Giugnu e giugnžattu
li cipuddržatti.
A giugno e luglio le cipolline.

 

Guŗi cu ‘a pala e mmorta mai.
Un’infinitŗ di guai Ť preferibile alla morte.

 

Guŗi e mmorta\ ad ogni porta.
Guai e morte ne trovi in ogni casa.

 

Guŗi e ppžani, cýamu l’hai, t’i tžani.
Guai e pene, per come le hai, te le tieni.

 

Guŗrdati d’o cardu ‘e muntagna e d’o friddu ‘e maržna.
Riguardati dal caldo in montagna e dal freddo al mare.